Cultivar Antiche appena riscoperte , vedi

le ultimissime

new entry


 new entry 2  

borgia

 


manda un tuo commento

   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

 cramoisi penache

per acquisti rivolgersi a :
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 

 

Update 05 December 2017
presto inseriremo nella    New Entry 2   alcune Cultivar antiche
appena riconosciute
  provenienti da Ville Storiche .

Acuminate Ignea , Angulans , Baringtoniana , Baxterii , Bijou de Florence , Campo Carlo , Cesare Franchetti , Concolor Peoniflora , Ebè , Ernesto rosazza , Francesco Benucci , Gloria Belgica , Italiana Vera , Loepoldina d'Italie , Maddalena d'Italie , Nina Centurioni , Palmer's Carminea , Pirzio Secondo , Plumaria , Psichè , Raffaello d'Urbino , Spendida Borghese , Unica , Villegeoise 

Ci scusiamo di poche foto inesatte , dovute alla mole gigantesca del lavoro svolto . Provvederemo quanto prima alla loro modifica

  

 

 

 

 IL NOSTRO LAVORO.

E ora salta fuori il lavoro che stiamo completando , frutto di oltre trenta anni di appassionata ricerca ,  che riporta  in un programma per computer un elenco di oltre 2900 Cultivar di Camelia japonica commercializzate dai vivaisti dell’ottocento , quindi realmente esistite. Ogni singola varietà di Camellia japonica viene descritta con 34 parametri tecnici , dal colore dei petali , alla loro forma , alla dimensione dei fiori, alla presenza di screziature, macchie, striature, all’esistenza di stami o petaloidi, infine alla forma delle foglie. Infatti , cosa spesso fondamentale nella identificazione delle Antiche Camelie è la forma della foglia , il suo colore,  la seghettatura del bordo , la forma del boccio , il colore delle perule , il suo portamento. Non riteniamo invece fondamentale l’epoca di fioritura in quanto troppo influenzata da  condizioni climatiche e ambientali diverse .

Ad esempio , quando da noi in Toscana con un clima che raramente scende sotto lo zero a Natale abbiamo magari 30 piante fiorite , nostri amici del Nord Italia o del Belgio ci dicono di non aver ancora visto un fiore. Questi dati, sono poi interpretati , incrociati  ed elaborati nel nostro programma.

Vengono inserite per ogni Camelia japonica Antica . le descrizioni originali date dai vivaisti , o esperti dell’epoca tra il 1800 e il 1900 recuperate da vecchi testi o copie di listini forniteci da amici collezionisti. Ogni listino d’epoca viene valutato nella sua affidabilità descrittiva del fiore , confrontando alcune cultivar di Camellia japonica elencate , delle quali si abbia ad oggi una testimonianza storica certa . Ad esempio se Mercatelli , Rovelli , Luzzatti , Burnier , Nutini , davano una descrizione simile del 75% delle Cultivar di Camellia japonica presenti nei listini , diamo loro una grande affidabilità descrittiva. Abbiamo considerato anche il fatto che alcuni vivaisti antichi riporatvano fedelmente le descrizioni di altri colleghi  , magari all'epoca più famosi o precisi . Vengono poi inseriti i dati  che ci forniscono i vecchi disegni d’epoca dell'abete Berlese o di Verschaffelt ( Iconografie , Iconographie).

In questo caso viene valutata la precisione dei disegni , in base alla zona di origine di ogni Cultivar.
Se  i coltivatori toscani , abituati a tenere le loro piante   in piena terra, con un clima mediterraneo , davano di una Camelia japonica , magari di loro creazione,  una descrizione , diamo loro una certa preponderanza , rispetto a Verschaffelt che  quelle  piante  le riceveva dalla Toscana , ma poi le ambientava in serra, magari in vaso , con altra terra ,  altre concimazioni e altri climi.
Chiaramente daremo privilegio nella descrizione a Verschaffelt per Antiche Camelie originarie del Belgio o del Nord Europa , che trasportate in Italia magari hanno mutato il colore.
Da due anni abbiamo fatto un esperimento , trasportato in serra quasi 300 cultivar di Camellia japonica , tutte conosciute e fotografate per cinque stagioni ,  sicure nell'identità e costanti  come colore ,  forma del fiore ed epoca di fioritura . Nel 50% dei casi la fioritura è stata identica alle "sorelle" all'aperto . Ma in un buon 25% i risultati della fioritura sono stati sorprendenti .
Le cv. 'Tricolor Florentina' , 'Giuseppina Mercatelli' , 'Anemomeflora Rubra' , solo per citarne qualcuna,hanno fiorito uguali sia in serra che all'aperto.
Ma la cv.  'Incomparabili vera' ,  'Cockii' , 'Malvina' , 'Abate Branzini' e altre ,  erano  addirittura irriconoscibili , al punto di far riflettere sulla affidabilità dei disegni di molte vecchie iconografie.
Nei prossimi aggiornamenti del nostro lavoro , insieme alla foto "classica " di ogni cv. di Camellia japonica , verranno inserite  le foto delle  variazioni di colore, dovute alla coltivazione in serra.